Perché leggere aiuta ad imparare l’inglese?

Si avvicina il 23 aprile, data scelta dall’UNESCO per celebrare la festa del libro. Non poteva esserci data migliore se non quella dell’anniversario di morte di Miguel de Cervantes e William Shakespeare, due tra gli scrittori più celebri della letteratura mondiale. Il 23 aprile è anche la data scelta per festeggiare la Giornata Internazionale della Lingua Inglese, sempre in onore del bardo di Stratford-upon-Avon.

La domanda che molti amanti della lettura si chiedono è: i libri possono essere un compagno d’avventura nell’emozionante percorso di apprendimento dell’inglese? In occasione di questa data così speciale, ABA English, scuola di inglese online con milioni di studenti, offre 5 ragioni a favore della lettura di libri in inglese.

Il modo più veloce per scoprire nuovi vocaboli

Molte volte, leggendo, troviamo parole o espressioni sconosciute, ma spesso non abbiamo bisogno di un dizionario per capire il loro significato, perché lo si può dedurre facilmente dal contesto, un modo indubbiamente più veloce e pratico.

Ma se si preferisce cercare la parola nel dizionario, la scelta migliore è appuntarla e cercarla solo quando abbiamo finito di leggere. Si tratta di un ottimo metodo per imparare senza perdere il filo della narrazione.

Imparare in modo naturale

Quando leggiamo, ci immergiamo nella storia al punto da non renderci conto di quello che stiamo facendo. In questo modo, l’apprendimento attraverso la lettura avviene in modo naturale, senza avere l’impressione di sforzarsi per imparare l’inglese.

Esperienza piacevole

La lettura è un vero piacere. É come guardare un film dentro la nostra testa. Ogni lettore può immaginare liberamente come raffigurare dentro di sé la stessa storia. Scegliere il tipo di libro che preferiamo ci permetterà di goderci la storia mentre l’apprendimento dell’inglese avanza a tutta velocità.

Risparmiare imparando

Le traduzioni aumentano il prezzo finale del libro: per questo leggere la versione originale ci può aiutare a risparmiare un po’. Inoltre, l’offerta di libri in inglese è molto più ampia, e oggigiorno possiamo trovare un gran numero di piattaforme online che offrono libri a un prezzo sempre più vantaggioso, oppure la possibilità di scaricarli in formato e-book. In certi casi, i classici diventati di dominio pubblico sono disponibili anche gratuitamente.

Non aspettare la traduzione

A volte è necessario attendere a lungo la traduzione di un libro dopo il suo lancio in lingua originale. Se non si vuole aspettare, l’originale in inglese è sempre disponibile prima della versione tradotta.

Iniziare a leggere libri in inglese non è un processo immediato. E’ consigliabile partire da quelli più facili e brevi (per bambini o ragazzi), e passare a testi più complessi a mano a mano che si fanno progressi.

E cosa c’è di meglio che sfruttare il vantaggio di imparare l’inglese facendo una full immersion nei seguenti libri raccomandati da ABA English, che ben si adattano a tutte le esigenze.

Livello avanzato: The Fault in our Stars – John Green

Questo romanzo racconta la storia di un’adolescente di 16 anni, Hazel Grace, che soffre di cancro ai polmoni ed è costretta dai suoi genitori a partecipare a un gruppo di sostegno per giovani colpiti dalla malattia. Lì incontra e si innamora di un ragazzo di 18 anni di nome Gus, ex giocatore di basket a cui è stata amputata una gamba a causa di un osteosarcoma.

Livello intermedio: Animal Farm – George Orwell

Intramontabile racconto su un gruppo di animali da fattoria che cacciano gli esseri umani per creare un sistema di governo autonomo, regime che presto degenera in una tirannia brutale. Il racconto è stato scritto durante la seconda guerra mondiale ma ha conosciuto il successo soltanto negli anni ’50.

Livello base: Charlotte’s Web – E.B. White

Classico universale della letteratura infantile, Charlotte’s Web è adatto a ogni tipo di pubblico. Il libro racconta la storia di amicizia tra un maiale, Wilbur, e un ragno, Charlotte. Quando Wilbur viene scelto per essere macellato, Charlotte scrive messaggi nella sua tela per convincere il contadino a lasciarlo in vita.

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento